SCIA Commerciale – Pubblici esercizi

Geom. Dario Varrà

Geom. Dario Varrà

Vengono definite in questo modo le attività che in passato erano sottoposte ad una Licenza rilasciata dalla Questura o da altri Organi dello Stato e che per la loro natura erano regolamentate dal Testo Unico di Pubblica Sicurezza (T.U.L.P.S.) Regio Decreto n. 773/1931 e successive modifiche ed integrazioni.

Le innovazioni normative succedutesi nel corso del tempo hanno trasferito ai Comuni le competenze per il rilascio di autorizzazioni o l’acquisizione di comunicazioni di avvio per queste attività che sono sovente sottoposti ad ulteriori specifici adempimenti e nulla Osta (ad esempio il requisito di sorvegliabilità dei locali per gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande).

Nell’ambito dell’attività commerciali, artigianali e di servizio rientrano in questa tipologia:

  • Agenzie di affari (di competenza del Dipartimento Attività Economiche e produttive Formazione e Lavoro);
  • Autorimesse;
  • Noleggio di veicoli senza conducente;
  • Sala Giochi;
  • Apparecchi e Congegni automatici semiautomatici ed elettronici;
  • Rivendita di cose usate;
  • Spettacoli viaggianti.

SCIA per Autorimessa di veicoli

Apertura

Descrizione sintetica

Attività di rimessa di veicoli e degli adempimenti richiesti agli esercenti autorimesse.

Chi può fare richiesta

La persona interessata purché maggiorenne, (legale rappresentante in caso di società) per la quale non sussistano le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui al d.lvo 159/2011 (norme antimafia).Il cittadino non appartenente all’Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

L’attività deve essere avviata mediante una Segnalazione Certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da presentare esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica.

Per informazioni sulle modalità di registrazione al portale istituzionale consultare la Guida alla compilazione on line, per le informazioni riguardanti le dichiarazioni da presentare e la documentazione da allegare selezionare Consultazione modulistica.

Costo diritti

€ 120,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n.4/17). Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa – Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • on-line attraverso il portale di Roma Capitale (seguendo le istruzioni riportate nel sito).

Tempi di rilascio

L’attività può essere iniziata dal ricevimento della ricevuta a seguito dell’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (ai sensi dell’ art. 19 della legge 241/90 e s.m.i.).

La verifica dei requisiti e dei presupposti a corredo della SCIA viene effettuata dall’Ufficio ricevente nel termine di 60 giorni, salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese; se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Ufficio, verrà adottato un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Norme di riferimento

Legge 241/90 s.m.i.; Decreto Presidente della Repubblica (D.P.R.) n. 480/2001.

Richiedi consulenza Gratuita

Trasferimento di titolarità /affitto azienda

Descrizione sintetica

E’ il subentro/subingresso in una attività di rimessa di veicoli e degli adempimenti richiesti agli esercenti autorimesse già esercitate a nome di un altro titolare, a seguito di acquisto, affitto o altro dell’azienda già esistente, nelle medesime condizioni precedentemente esercitate.

Chi può fare richiesta

La persona interessata purché maggiorenne, (legale rappresentante in caso di società) per la quale non sussistano le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui al d.lvo. 159/2011 (norme antimafia).

Il cittadino non appartenente all’Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

L’attività deve essere avviata mediante una Segnalazione Certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da presentare esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica.

Per informazioni sulle modalità di registrazione al portale istituzionale consultare la Guida alla compilazione on line, per le informazioni riguardanti le dichiarazioni da presentare e la documentazione da allegare selezionare Consultazione modulistica.

Costo diritti

€ 120,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n.4/17). Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa – Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • on-line attraverso il portale di Roma Capitale (seguendo le istruzioni riportate nel sito).

Tempi di rilascio

L’attività può essere iniziata dal ricevimento della ricevuta a seguito dell’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (ai sensi dell’ art. 19 della legge 241/90 e s.m.i.). La verifica dei requisiti e dei presupposti a corredo della SCIA viene effettuata dall’Ufficio ricevente nel termine di 60 giorni, salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese; se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Ufficio, verrà adottato un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Norme di riferimento

Legge 241/90 s.m.i.
Decreto Presidente della Repubblica (D.P.R.) n. 480/2001

Richiedi consulenza Gratuita

SCIA per Noleggio senza conducente

Apertura

Descrizione sintetica

Attività di noleggio di veicoli.

Chi può fare richiesta

La persona interessata purché maggiorenne, (legale rappresentante in caso di società) per la quale non sussistano le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui a d.lvo 159/2011 (norme antimafia). Il cittadino non appartenente all’Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

L’attività deve essere avviata mediante una Segnalazione Certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da presentare esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica.

Per informazioni sulle modalità di registrazione al portale istituzionale consultare la Guida alla compilazione on line, per le informazioni riguardanti le dichiarazioni da presentare e la documentazione da allegare selezionare Consultazione modulistica.

Costo diritti

€ 120,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n.4/17). Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa- Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • on-line attraverso il portale di Roma Capitale (seguendo le istruzioni riportate nel sito).

Tempi di rilascio

L’attività può essere iniziata dal ricevimento della ricevuta a seguito dell’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (ai sensi dell’ art. 19 della legge 241/90 e s.m.i.). La verifica dei requisiti e dei presupposti a corredo della SCIA viene effettuata dall’Ufficio ricevente nel termine di 60 giorni, salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese; se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Ufficio, verrà adottato un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Norme di riferimento

Legge 241/90 s.m.i.
D.P.R. 481/2001

Trasferimento di titolarità/affitto azienda

Descrizione sintetica

E’ il subentro/subingresso in una attività di noleggio di veicoli senza conducente già esercitata a nome di un altro titolare, a seguito di acquisto, affitto o altro dell’azienda già esistente, nelle medesime condizioni precedentemente esercitate.

Chi può fare richiesta

La persona interessata purché maggiorenne, (legale rappresentante in caso di società) per la quale non sussistano le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui al D. Lgs. 159/2011 (Codice delle Leggi antimafia e misure di prevenzione). Il cittadino non appartenente all’Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

L’attività deve essere avviata mediante una Segnalazione Certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da presentare esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica.

Per informazioni sulle modalità di registrazione al portale istituzionale consultare la Guida alla compilazione on line, per le informazioni riguardanti le dichiarazioni da presentare e la documentazione da allegare selezionare Consultazione modulistica.

Costo diritti

€ 120,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n.4/17). Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa- Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • on-line attraverso il portale di Roma Capitale (seguendo le istruzioni riportate nel sito).

Tempi di rilascio

L’attività può essere iniziata dal ricevimento della ricevuta a seguito dell’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (ai sensi dell’ art. 19 della legge 241/90 e s.m.i.).

La verifica dei requisiti e dei presupposti a corredo della SCIA viene effettuata dall’Ufficio ricevente nel termine di 60 giorni, salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese; se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Ufficio, verrà adottato un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Norme di riferimento

Legge 241/90 s.m.i.
D.P.R. 481/2001

Richiedi consulenza Gratuita

SCIA per Installazione apparecchi da gioco e intrattenimento

Apertura

Descrizione sintetica

Gli apparecchi descritti all’art. 110 TULPS (Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza) possono essere installati in esercizi commerciali o pubblici diversi da quelli già in possesso di altre licenze di cui al primo e secondo comma dell’art. 86 TULPS o di cui all’art. 88 (TULPS), in altre aree aperte al pubblico o in circoli privati secondo le limitazioni e le prescrizioni stabilite nelle normative vigenti. Il Decreto Ministeriale dell’Economia e delle Finanze n. 27/10/2003 pone dei limiti e prescrizioni all’installazione dei videogiochi, di cui all’art.110 , c. 6 e 7 del Tulps, in base alla tipologia dell’esercizio commerciale e alla superficie ed i successivi Decreti Direttoriali Amministrazione Autonoma Monopoli di Stato (AAMS) aggiornano e modificano tali limiti e prescrizioni.

Chi può fare richiesta

La persona interessata purché maggiorenne, in possesso dei requisiti personali previsti dagli artt. 11 e 92 del T.U.L.P.S. e non devono sussistere a suo carico le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui al D. Lgs. 159/2011 (Codice Leggi antimafia e misure di prevenzione). Il cittadino non appartenente all’Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

la SCIA di installazione apparecchi da gioco ed intrattenimento può essere presentata da un soggetto titolare o legale rappresentante di un’attività commerciale; i giochi da svago e trattenimento devono essere muniti delle prescritte autorizzazioni e nulla osta di competenza statale.

L’attività deve essere avviata mediante una Segnalazione Certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da presentare esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica.

Per informazioni sulle modalità di registrazione al portale istituzionale consultare la Guida alla compilazione on line, per le informazioni riguardanti le dichiarazioni da presentare e la documentazione da allegare selezionare Consultazione modulistica.

Costo diritti

da € 200,00 ad € 500,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n. 4/17).
Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa- Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • on-line attraverso il portale di Roma Capitale (seguendo le istruzioni riportate nel sito).

Tempi di rilascio

L’attività può essere iniziata dal ricevimento della ricevuta a seguito dell’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (ai sensi dell’ art. 19 della legge 241/90 e s.m.i.).

La verifica dei requisiti e dei presupposti a corredo della SCIA viene effettuata dall’Ufficio ricevente nel termine di 60 giorni, salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese; se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Ufficio, verrà adottato un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Norme di riferimento

T.U.L.P.S.; Legge 241/90 e s.m.i.; Legge 388/2000; Legge 289/2002; Decreto Direttoriale AAMS 22 febbraio 2010; Legge 73/2010; Decreto Direttoriale AAMS 27 luglio 2011; Decreto Direttoriale AAMS del 9/92012.

Richiedi consulenza Gratuita

PRODUZIONE, IMPORTAZIONE, DISTRIBUZIONE, GESTIONE ANCHE DIRETTA DEGLI APPARECCHI DA GIOCO E DI INTRATTENIMENTO

Apertura

Descrizione sintetica

Per poter produrre, importare, distribuire e gestire, anche indirettamente, apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici di cui all’art. 110 TULPS commi 6 e 7 occorre una licenza ai sensi dell’art. 86 comma 3 del TULPS. (Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza).

Chi può fare richiesta

La persona interessata purché maggiorenne o legale rappresentante in caso di società, in possesso dei requisiti personali previsti dagli artt. 11 e 92 del T.U.L.P.S. e non devono sussistere a suo carico le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui al D. Lgs. 159/2011 (Codice Leggi antimafia e misure di prevenzione). Il cittadino non appartenente all’ Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

L’attività deve essere avviata mediante una Segnalazione Certificata di inizio attività (S.C.I.A.) da presentare esclusivamente in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica.

Per informazioni sulle modalità di registrazione al portale istituzionale consultare la Guida alla compilazione on line, per le informazioni riguardanti le dichiarazioni da presentare e la documentazione da allegare selezionare Consultazione modulistica Gli apparecchi e congegni automatici, semiautomatici ed elettronici di cui all’art. 110 TULPS commi 6 e 7 devono essere muniti delle prescritte autorizzazioni e nulla osta di competenza statale.

Costo diritti

€ 200,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n.4/17). Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa-Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • on-line attraverso il portale di Roma Capitale (seguendo le istruzioni riportate nel sito).

Tempi di rilascio

L’attività può essere iniziata dal ricevimento della ricevuta a seguito dell’invio della Segnalazione Certificata di Inizio Attività (ai sensi dell’ art. 19 della legge 241/90 e s.m.i.).

La verifica dei requisiti e dei presupposti a corredo della SCIA viene effettuata dall’Ufficio ricevente nel termine di 60 giorni, salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese; se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Ufficio, verrà adottato un provvedimento di divieto di prosecuzione dell’attività.

Norme di riferimento

T.U.L.P.S. Regio Decreto n. 773/1931; Legge 241/90 e s.m.i.; Legge 388/2000; Legge 289/2002; Decreto Direttoriale AAMS 22 febbraio 2010; Legge 73/2010; Decreto Direttoriale AAMS 27 luglio 2011; Decreto Direttoriale AAMS 9/9/2011; D. Lgs 159/2011.

Richiedi consulenza Gratuita

SCIA per Sale da gioco

Apertura

Descrizione sintetica

Attività soggetta a rilascio di autorizzazione: si tratta di sale pubbliche ex art. 86 TULPS allestite per l’esercizio di giochi leciti quali biliardi, biliardini, gioco carte, giochi di società e similari nelle quali è possibile installare, apparecchi da trattenimento e gioco di cui all’art. 110 comma 6 e comma 7 TULPS (Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza).

Chi può fare richiesta

La persona interessata purchè maggiorenne e in possesso dei requisiti previsti dagli artt. 11 e 92 del T.U.L.P.S. Per ottenere l’autorizzazione non devono sussistere a carico della persona le cause di divieto, di decadenza e di sospensione di cui al D. Lgs. 159/2011 (Codice Leggi antimafia e misure di prevenzione). Il cittadino non appartenente all’Unione Europea deve essere in possesso di regolare permesso di soggiorno.

Cosa serve

Per il rilascio dell’autorizzazione la persona interessata può presentare munita di marca da bollo di € 16,00 una domanda per apertura sala giochi presso il Municipio nel quale ricade l’attività, utilizzando l’apposita modulistica reperibile sul sito www.suaproma.comune.roma.it, allegando i documenti e le asseverazioni necessarie. Il locale deve rispondere ai requisiti di sorvegliabilità oppure può presentare una domanda in modalità telematica attraverso il portale di Roma Capitale www.comune.roma.it o direttamente tramite il sito del SUAP www.suaproma.comune.roma.it, previa registrazione come persona giuridica, allegando i documenti e le asseverazioni necessarie. Il locale deve rispondere ai requisiti di sorvegliabilità.

Costo diritti

da € 1.00,00 ad € 2.000,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n. 4/17). Marca da bollo di € 16,00 da allegare alla domanda o assolvere in modo virtuale se la domanda viene presentata telematicamente.
Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa- Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • reversale da pagare alla cassa del Municipio competente.

Tempi di rilascio

90 giorni, dalla presentazione della domanda salvo interruzioni dei termini per irregolarità o incompletezze delle dichiarazioni rese nella richiesta di autorizzazione. Se le irregolarità non sono sanabili nei termini stabiliti dall’Amministrazione, l’Ufficio emetterà provvedimento di diniego all’accoglimento della richiesta di autorizzazione.

Note

Se all’interno della sala giochi si desidera installare apparecchi da trattenimento e gioco di cui all’art. 110 c. 6 T.U.L.P.S. è necessario predisporre un’area separata a cui è vietato l’accesso ai minori; in particolare, se si vogliono installare apparecchi da svago e gioco di cui all’art. 110 c. 6 lett. B (VLT), è necessaria anche l’autorizzazione di cui all’art. 88 T.U.L.P.S., rilasciata dalla Questura. I locali devono essere strutturalmente idonei a sopportare il carico degli apparecchi da trattenimento e gioco.

Norme di riferimento

Testo Unico Leggi Pubblica Sicurezza – T.U.L.P.S.; D.M. 564/1992; D.P.R. 407/1994; Legge 73/2010; Decreto Direttoriale AAMS del 22/2/2010; Decreto Direttoriale AAMS del 27/7/2011; Decreto Direttoriale AAMS del 9/9/2011.

Richiedi consulenza Gratuita

SCIA per pettacolo viaggiante

Apertura

Descrizione sintetica

Si definiscono attività di spettacolo viaggiante le attività spettacolari, trattenimenti e attrazioni, allestite mediante attrezzature mobili, o installate stabilmente, all’aperto o al chiuso, ovvero in parchi divertimento. Tali attività sono quelle classificate per tipologia con decreto del Ministro per i beni e le attività culturali, ai sensi dell’art. 4 della legge 18/03/1968, n. 337, e sono disciplinate dal R.D. 18/06/1931, n. 773 (T.U.L.P.S.) e relativo Regolamento di esecuzione, approvato con R.D. 675/1940, n. 635.

Chi può fare richiesta

La persona interessata purchè maggiorenne, in possesso dei requisiti morali e professionali previsti dall’art. 11 T.U.L.P.S., ed in regola con i collaudi e i codici identificativi dei manufatti d’attrazione.

Cosa serve

Il Decreto 18/05/2007 del Ministero dell’Interno ha stabilito una specifica normativa sulla sicurezza delle attività di spettacolo viaggiante, prevedendo per ogni nuova attività, prima della sua posa in esercizio, una procedura di registrazione presso il Comune nel cui ambito territoriale è avvenuta la costruzione o è previsto il primo impiego o è presente la sede sociale del gestore, a seguito della quale verrà rilasciato un codice identificativo. Tale procedura deve essere effettuata, per Roma Capitale, presso il Dipartimento Cultura, e solo dopo il completamento di tale procedura potrà essere presentata al Municipio domanda per ottenere l’autorizzazione amministrativa ai sensi dell’art. 69 T.U.L.P.S.

Compilare in ogni sua parte (in duplice copia) l’apposito modulo di domanda, corredato di marca da bollo da € 16,00 disponibile nei Municipio o scaricabile via internet. Alla domanda dovrà essere allegata la seguente documentazione:

  • Copia della documentazione dell’avvenuta registrazione delle attrezzature da porre in esercizio;
  • Copia della polizza assicurativa delle attrezzature da porre in esercizio;
  • Relazione previsionale di impatto acustico.

Costo diritti

€ 70,00 per rimborso spese istruttoria (Deliberazione Assemblea Capitolina n.4/17). Il pagamento può essere effettuato tramite:

  • Bonifico bancario intestato alla Tesoreria Roma Capitale Banca Unicredit Spa-Municipio (I ,II, III, etc.). codice IBAN: IT69P0200805117000400017084;
  • Reversale da pagare alla cassa del Municipio competente.

Tempi di rilascio

90 giorni.

Norme di riferimento

Legge 241/90 e s.m.i; T.U.L.P.S. Art. 69; DPR 394/94; Deliberazione consiglio comunale 8/10/1998, n. 197

Devi fare una pratica SCIA a Roma e provincia?

Stai cercando un Tecnico o semplici informazioni?

Il servizio dello Studio Tecnico Varrà specializzato in pratiche SCIA

Non aver timore di chiamare o di chiedere informazioni

Ai clienti che ci contattano online offriamo come bonus

Una consulenza dettagliata gratuita!

Richiedi un Preventivo

Hai fretta? Chiamaci

Il numero dedicato è disponibile

Ha trovato il contenuto interessante? Puoi fare diverse cose:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on whatsapp
Share on print